giovedì 27 ottobre 2011

Recensione: Roccat Isku Illuminated Gaming Keyboard





Dopo le recensioni delle cuffie ROCCAT  KULO  virtual 7.1 USB Gaming Headset e del ROCCAT ALUMIC double  sided gaming mousepad, torniamo ad occuparci puntualmente dei prodotti del brand ROCCAT (azienda con sede logistica ad Amburgo)  con la prova della ISKU Illuminated Gaming Keyboard, una tastiera dalle caratteristiche interessanti dedicata ai videogiocatori.






Prima di esaminare il prodotto da un punto di vista estetico-funzionale, vediamone in dettaglio le specifiche tecniche elencate nella seguente tabella:





Le caratteristiche parlano da sole, siamo di fronte a un prodotto che ha tutte le carte in regole per conquistare il cuore dei gamers più esigenti, i quali avranno già notato nella tabella le numerose “chicche” che offre il prodotto.


Package


Iniziamo la descrizione del prodotto partendo dalla confezione in cartone molto curata che mostra l’immagine della tastiera in primo piano. La scatola è solida e protegge al meglio la keyboard da eventuali urti, inoltre mette in evidenza le caratteristiche principali e le features proprietarie Roccat.












Molte le informazioni visibili come il layout (in questo caso US) e, dall’altro lato, l’immagine dei 3 tasti thumbster T1, T2, T3.



Girata la confezione, stampate sulla parte posteriore troviamo ulteriori immagini del prodotto e una dettagliata esposizione delle principali features che accompagnano questa periferica, appositamente tradotte in nove lingue diverse.




Aperta la confezione troviamo la tastiera all’interno di un sacchetto antistatico:




Liberata da tale protezione ecco apparire la Roccat Isku Illuminated Gaming Keyboard in tutta la sua bellezza:




La confezione comprende:
1) la tastiera ROCCAT ISKU
2) La guida per l’installazione
3) Il cd con i driver
4) Una ROCCAT card, carta d’identità personale che consente previa registrazione di diventare membro della comunità mondiale Roccat. Per visionare cliccate questo link:
http://www.roccat.org/Roccat-World/




Il tutto è contenuto all’interno di una custodia in cartoncino nero opaco con impresso il logo ROCCAT di colore nero lucido.


Una volta aperto all’interno troviamo:






Vista da vicino


A una prima analisi visiva la Roccat ISKU ci colpisce subito con il suo look aggressivo; grandi spazi sono stati riservati al poggia polso, comodo e voluminoso con impresso al centro il logo Roccat in nero lucido che ne mette in risalto la singolare forma. Il produttore ha optato per due tipi di plastica, nero lucida e nero opaca, impiegate rispettivamente per la realizzazione della scocca e dei tasti.
Le dimensioni sono molto generose e si attestano a 50 x 24 x 4 cm (lunghezza x larghezza x altezza); questa caratteristica rende la periferica stabile sulla scrivania e permette un buon posizionamento (e spaziatura) dei tasti garantendo una sicura e precisa digitazione. A seguire ecco altre visuali della tastiera Roccat Isku.

Di profilo:




Da dietro:
frontale:






Vista da vicino 2


La connessione al computer è del tipo USB 2.0 e il cavo di collegamento, realizzato in morbida gomma, misura 180 cm.





Il connettore  USB 2.0 in primo piano .





Sulla parte inferiore della periferica notiamo 6 gommini antiscivolo in morbida gomma nera che garantiscono un ottimo grip su qualsiasi superficie; sono inoltre presenti 2 piedini retrattili per variare l’altezza e l’inclinazione della tastiera.




Da notare le scanalature situate nella parte posteriore della tastiera che possono essere usate per sistemare i cavi .



Dettagli


Dopo avere visto la ROCCAT ISKU da varie visuali andiamo adesso ad analizzarla nei dettagli per meglio scoprirne tutte le funzionalità di rilievo. La ROCCAT ISKU risulta essere la prima tastiera in commercio dotata delle nuove tecnologie proprietarie ROCCAT EASYSHIFT[+] e ROCCCAT TALK.
La tecnologia  EASYSHIFT[+] ci permette di duplicare la funzionalità dei tasti, caratteristica di rilievo in una keyboard dedicata ai giocatori che necessitano di più scorciatoie da tastiera per facilitare e velocizzare l’azione di gioco.
In questa tastiera abbiamo a disposizione addirittura 3 EASYSHIFT [+] ZONES,  attivabili:




1) premendo il tasto CAPS LOOK(default) e i 20 tasti in zona WSAD
2) premendo i tasti M1 – M5
3) premendo i tasti THUMBSTER T1 – T3, posizionati nella parte centrale alta del poggia polso, facilmente azionabili con il dito pollice.
Grazie all’introduzione della tecnologia EASYSHIF[+] disponiamo adesso di funzionalità macro avanzate, venendo sempre più incontro alle esigenze dei videogiocatori, specialmente a quella nutrita schiera che si cimentano nei giochi MMO (MASSIVELY MULTIPLAYER ONLINE) e garantendo loro una vasta possibilità di configurazione/personalizzazione nella creazione di MACRO.




Inoltre per facilitare la registrazione delle macro troviamo il comodissimo tasto MICRO LIVE! RECORDING:




Nelle immagini sottostanti vediamo una rappresentazione di come usare il tasto MICRO LIVE! RECORDING




Passiamo adesso ad illustrare la tecnologia ROCCAT TALK, che permette al mouse  e alla tastiera di comunicare fra di loro; logicamente non è possibile farlo con tutti i modelli di mouse e tastiera ma solamente con modelli compatibili che utilizzano lo stesso protocollo di comunicazione.




La ROCCAT ha recentemente inserito questo protocollo nel nuovo mouse ROCCAT KONE[+] che usato in coppia alla tastiera ROCCAT ISKU ne aumenta le funzionalità.




Durante il gioco, quando premiamo il tasto dedicato a questa funzione, vediamo sul mouse che le due strisce luminose emettono un segnale intermittente che ci fa capire che le 2 periferiche sono accoppiate e da questo momento abbiamo la possibilità di modificare funzionalità sul mouse da tastiera o viceversa.




Sulla parte superiore, posizionati al centro, troviamo gli 8 tasti MULTIMEDIALI che sono gli unici a non essere retroilluminati:




subito sotto ecco i 12 tasti F completamente  programmabili:




Sulla destra il tasto dedicato alla variazione dell’intensità dell’illuminazione che ci permette di settare 6 livelli di luminosità.




In basso sono invece posizionati i tasti Thumbster T1, T2, T3 dedicati alle macro:




Infine all’estrema sinistra troviamo i tasti M1 – M5 dedicati alle macro:




Ma per meglio renderci conto della disposizione dei tasti alleghiamo una  foto riepilogativa:





La tastiera viene commercializzata con vari tipi di  layout, inseriamo qui il link del produttore con la lista completa di quelli attualmente disponibili:
http://www.roccat.org/Products/Gaming-Keyboards/ROCCAT-Isku/#crb_5


Installazione


A questo punto dopo aver illustrato tutte le componenti della tastiera passiamo alla fase dell’installazione. Colleghiamo la presa USB 2.0 alla relativa prese nel nostro PC e subito dopo il rilevamento della ROCCAT ISKU da parte del sistema operativo esso procederà all’istallazione automatica. Se vogliamo utilizzare il software proprietario per poter usufruire di tutte le specifiche  dobbiamo installare gli ultimi driver messi a disposizione dalla casa costruttrice andando a questo indirizzo web:
http://www.roccat.org/Support/Gaming-Keyboards/ROCCAT-Isku/
Il download in questione è di circa 23,68 MB, ma purtroppo non è supportata la lingua Italiana.






Per chi non possiede una connessione internet basterà inserire il cd a corredo e procedere all’installazione classica.










Software


Al termine di questa operazione la tastiera è pronta per lavorare e dimostrare tutte le sue potenzialità; clicchiamo sull’icona in basso a destra sulla barra di sistema, raffigurante il logo Roccat di colore blu:




Ci troviamo davanti a questo pannello composto da 5 sezioni principali così suddivise:  1)Main Control 2)Easyzone Control 3)Media keys/F Keys 4)Advanced Control 5)Update/Support.





Il software a corredo con la tastiera è leggermente complesso ma molto curato curato in ogni dettaglio, garantendo cosi all’utilizzatore una perfetta configurazione e personalizzazione delle funzioni a disposizione, nonchè la creazione di molte altre. Le sottosezioni sono molte e a seconda di come vengono selezionate ci permettono di eseguire operazioni fino ad ora impensabili, come ad esempio switchare i DPI del mouse  da tastiera, ecc.
Durante l’esecuzione della funzione udiremo una voce umana (feedback sonoro) che ci comunica i DPI selezionati.






Selezionando la voce Macro + Preset Function è possibile usufruire di preset pre-caricati di alcuni dei giochi più conosciuti già compresi nei driver a corredo, o addirittura preset su programmi di sistema o applicazioni varie come possiamo notare nell’immagine sotto.






Ribadiamo, tutto è configurabile a vostro piacimento rieditando la relativa MACRO.
Il secondo pannello EASYZONE CONTROL è dedicato all’assegnazione delle funzioni grazie all’ausilio dei tasti dedicati nell’EASY ZONE.











Il terzo pannello MEDIA KEYS / F-KEYS è adibito al settaggio delle funzioni multimediali; anche in questo caso abbiamo a disposizione i tasti F1 – F12 situati sotto i MEDIA KEYS.












Il quarto pannello ADVANCED CONTROL  serve per le regolazioni di battitura, per abilitare o disabilitare alcune key, per regolare il volume del SOUND FEEDBACK, per settare e regolare l’illuminazione e infine per resettare a default i driver grazie ad un apposito tasto dedicato .







Il quinto e ultimo pannello è adibito al supporto online e al download dei driver, inoltre da qui possiamo vedere la versione del firmware e dei driver installati.








Prove e test


Dopo aver eseguito l’installazione dei driver e il settaggio personalizzato possiamo passare alla prova pratica della tastiera per gustarci tutte le sue potenzialità sia in ambito game che lavorativo.
Durante l’uso in game abbiamo notato subito che la periferica risponde benissimo e non presenta zone di lag, questo grazie alla veloce risposta di 1000 hz (1 millisecondo); i tasti inoltre sono ben disposti e reagiscono bene alla pressione risultando silenziosi e precisi.







Di grande effetto è l’illuminazione su una scala di intensità di sei gradazioni di blu, caratteristica che rendono la Roccat ISKU ancora di più interessante per i videogiocatori in quanto potrà essere utilizzata anche in ambienti non illuminati, rendendo il game ancora più realistico.
Incredibile il software a corredo che ci da la possibilità di settare la periferica a nostro piacimento su qualsiasi tipo di gioco,  anche se gli MMO usufruiscono di più di tali caratteristiche.







Conclusioni


Dopo alcuni giorni di prova di questa tastiera possiamo tranquillamente affermare che è un ottima compagna di gioco, fedele, precisa, robusta, solida e ricca di funzioni in ogni ambito di utilizzo.
Il software scaricabile dal sito del produttore è molto curato e permette di settare al meglio la periferica e salvare i nostri settaggi su 5 profili a disposizione facilmente richiamabili con la pressione dei tasti dedicati , T1 (profilo giù) e T3 (profilo su).
La caratteristica che rende questa tastiera più ricercata è data dalla funzione SOUND FEEDBACK che ci avverte tramite una voce maschile dei settaggi selezionati.






Ci ha letteralmente sbalorditi  la tecnologia ROCCAT TALK che permette al mouse e alla tastiera di comunicare fra di loro; apprezzabile durante le fasi di gioco è come avere una mano in più, rendendo questa accoppiata (tastiera-mouse) una macchina da gioco all’avanguardia.






La ROCCAT  ISKU è proposta al pubblico ad un prezzo di €. 79,00, vista la qualità dei materiali e le prestazioni che offre non vi pentirete dell’ottimo acquisto.







Si ringrazia ROCCAT  per il sample concesso per questa recensione.

Nessun commento:

Posta un commento

se desiderate potete lasciare un vostro gradito commento al blog